In questo contesto, BRIDGES affronta le seguenti priorità del programma Erasmus+:

1) Inclusione sociale:

Il progetto contestualizza le azioni intraprese e i risultati nel campo dell’inclusione sociale poiché, attraverso tutte le fasi di implementazione e le attività di disseminazione, promuoverà l’inclusione sociale delle persone con disabilità nelle comunità, favorendo lo spirito inclusivo, le pratiche di tolleranza e il rispetto dei diritti umani.

2) Sostenere gli individui nell’acquisizione e nello sviluppo delle abilità di base e delle competenze chiave:

Nello stesso spirito, attraverso le attività di formazione, gli strumenti di apprendimento e le risorse digitali, il progetto darà un supporto sostanziale agli operatori appartenenti a diversi contesti (organizzazioni no-profit e società civile, enti pubblici, ecc.) per acquisire tutte le abilità di base e competenze chiave relative al sostegno e al coaching delle persone con disabilità.

3) Pratiche aperte e innovative nell’era digitale.

BRIDGES promuove metodi e pedagogie innovative, sviluppando materiali e strumenti di apprendimento digitali, nonché azioni che sostengono l’uso efficace delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’educazione degli adulti. L’approccio digitale flessibile della formazione prevista dal progetto permetterà l’adattabilità a contesti multipli e a più destinatari, “migliorando, in questo modo, l’integrazione digitale nell’apprendimento, nell’insegnamento e nella formazione a tutti i livelli”.

Le attività comprendono i seguenti Output Intellettuali (IO) e gli eventi moltiplicatori (seminari / workshop, conferenza finale): Review Paper on Context (IO1), BRIDGES Training Curriculum (IO2), Digital Toolbox & Resources (IO3), Methodology and Adaptation Guide.